Olio essenziale di camomilla romana

Proprietà, usi pratici e ricerche scientifiche

Ultimo aggiornamento: 25/05/2020

olio essenziale di camomilla romana

L’olio essenziale di camomilla romana è un olio versatile e molto sicuro, che non dovrebbe mai mancare nell’armadietto dell’appassionato di aromaterapia (fonte: Joerg Mikus: 14732986/123rf,com).

La camomilla romana, contrariamente a quanto si potrebbe essere portati a credere, non è originaria della nostra campagna romana. Deve l’aggettivo romana al fatto che storicamente le sono state riconosciute proprietà superiori rispetto alla cosiddetta camomilla volgare, con cui tuttavia non deve essere confusa, in primis perché appartenente a specie, genere e tribù ben distinte.

Dai suoi fiori si estrae un olio essenziale molto diffuso in aromaterapia, perché versatile e sicuro. Un recente studio ne ha confermato il potenziale per quel che riguarda il benessere del sistema digerente e urinario. Trova inoltre frequente applicazione in cosmetica. In questa scheda vedremo nel dettaglio quali sono le proprietà, gli usi pratici e le ricerche scientifiche su quest’olio essenziale.

Indice della scheda

Miglior olio essenziale di camomilla romana

Prima di entrare nel vivo del discorso, voglio presentarti quello che a mio modo di vedere è il miglior olio essenziale di camomilla romana. Viene prodotto da Essenthya, un’azienda italiana che realizza oli essenziali professionali di alta qualità. Se deciderai di acquistarlo cliccando sul link qui sotto, ti informo per trasparenza che riceverò una piccola commissione dall’azienda che lo vende.

Informazioni generali

Nome comune: Camomilla romana
Nome scientifico: Chamaemelum nobile (L.) All.
Sinonimo: Anthemis nobilis L.
Famiglia botanica: Asteraceae
Conservazione della specie: nessuna preoccupazione

Paesi d’origine: Italia, Francia, Stati Uniti, Ungheria, Cile e Germania
Parte usata: fiori
Metodo d’estrazione: distillazione in corrente di vapore
Percentuale ricavata: 0,6%-2,4%
Colore: da trasparente a giallo

Composizione chimica

L’olio essenziale di camomilla romana è composto da 28 a 31 molecole, che costituiscono circa il 98% dell’olio. Il profilo biochimico caratterizzante è composto da esteri, che ne compongono quasi l’80%: angelato di isobutyle (40%), angelato di isomamyle (15%) e angelato di methallyle (10%). Gli altri elementi presenti fanno parte dei monoterpeni, dei sesquiterpeni e  dei chetoni.

Miscele aromatiche

Descrizione dell’aroma: dolce, erbaceo, intenso
Nota: cuore/testa
Miscele consigliate: salvia, angelica, maggiorana, camomilla blu, curcuma, nardo, elemi, katrafay, melissa, lavanda vera, carota, khella e mandarino.

Proprietà e usi principali

Come già accennato, l’olio essenziale di camomilla romana è un olio versatile, comunemente utilizzato per supportare il benessere del sistema digerente e urinario. Trova inoltre frequente applicazione in cosmetica. Qui di seguito ti elenco le sue principali applicazioni, sia quelle della medicina popolare che quelle invece supportate da studi scientifici (che potrai approfondire più avanti).

Azioni terapeutiche: analgesica, anti-diuretica, anti-infiammatoria, anti-microbica, anti-pruriginosa, anti-spasmodica, digestiva, febbrifuga, nervina, sedativa, cicatrizzante

Generale: mal d’orecchie (versando una o due gocce di olio essenziale di camomilla romana assieme a una o due gocce di elicriso dietro l’orecchio prima di andare a dormire) e mal di denti. Uso cutaneo, altamente consigliato.

Sistema digerente: indigestioni, coliche, problemi intestinali legati allo stress, emorroidi (facendo semicupi assieme all’olio essenziale di salvia e di cipresso), parassiti (facendo uso orale), gonfiore e flatulenza. Uso per diffusione, inalazione o cutaneo, altamente consigliato.

Sistema muscolo-scheletrico: spasmi, crampi, fasciti plantari, tendiniti, fibromialgia, sindrome del tunnel carpale, borsiti, sindrome da gambe senza riposo, tensioni muscolari. Uso cutaneo, altamente consigliato; uso per inalazione, consigliato e uso per diffusione, di supporto.

Sistema nervoso: insonnia, mal di testa o emicrania da stress, iperattività infantile, stress, shock nervosi e ansia. Uso per diffusione, inalazione o cutaneo, altamente consigliato; uso orale, consigliato.

Sistema endocrino e riproduttivo: dismenorrea, sindrome pre-mestruale, seno dolorante, danno perineale post-partum. Uso per inalazione o cutaneo, altamente consigliato; uso cutaneo, consigliato; uso per pediluvi, di supporto.

Pelle: infiammazioni (dermatiti, eczema, psoriasi e orticarie), capillari rotti, acne, infezioni fungine, ulcere, ferite che faticano a guarire, scottature, pruriti e ascessi (facendo impacchi tiepidi o caldi). Uso cutaneo, altamente consigliato.

Psiche/emozioni: iperattività mentale, rabbia, persone che si sentono incomprese e ferite, frustrazione, agitazione, iperattività infantile situazioni di stress e ansia. Uso per diffusione o inalazione, altamente consigliato; uso orale, consigliato.

Sicurezza e controindicazioni

Non sono note controindicazioni e/o effetti collaterali. È bene evitare l’utilizzo degli oli essenziali (tra cui quello di camomilla romana) durante la gravidanza.

Ricerca e studi scientifici

Come per la maggior parte degli oli essenziali, anche per quanto riguarda la camomilla romana la ricerca scientifica è, allo stato attuale, piuttosto scarsa. È bene essere consapevoli, quindi, che la maggior parte degli utilizzi di cui ti ho parlato sopra derivano solo dalla tradizione popolare o dall’evidenza empirica. In ogni caso, eccoti alcuni tra gli studi sulla camomilla romana più interessanti.

  •  Uno studio del 1999 ha preso in esame 103 pazienti malati di cancro destinati a cure palliative. A un primo gruppo è stato effettuato, tre volte a settimana per tre settimane, un massaggio con semplice olio di mandorle dolci. Al secondo gruppo, invece, è stato aggiunto dell’olio essenziale di camomilla romana. Alla fine dell’esperimento entrambi i gruppi hanno evidenziato una riduzione dell’ansia e un miglioramento della qualità di vita. I pazienti a cui era stato aggiunto l’olio essenziale di camomilla romana evidenziavano però risultati migliori rispetto al gruppo di controllo.

  • Uno studio del 2009 ha evidenziato l’azione antibatterica dell’olio essenziale di camomilla romana nei confronti di un ampio spettro di batteri e nei confronti della Candida albicans.

  • Uno studio in vitro del 2018 ha evidenziato l’azione rilassante dell’olio essenziale di camomilla romana nei confronti della muscolatura liscia.

Approfondimenti

Ti piacerebbe saperne di più sull’olio essenziale di camomilla romana? Devi sapere che ho realizzato un corso online di aromaterapia e oli essenziali. Sia che tu sia un semplice appassionato di oli essenziali, sia che tu voglia fare dell’aromaterapia la tua professione, questo corso è adatto a te. Se desideri saperne di più, clicca qui per scoprire il mio corso di aromaterapia online.

Bibliografia

1. Shoutes, J., Foundations – Module Three: EO Monographs, 9-12. The School in Aromatic Studies

2. Wilkinson, S., Aldridge, J., Salmon, I., Cain, E., & Wilson, B. (1999). An evaluation of aromatherapy massage in palliative care. Palliative medicine, 13(5), 409–417. https://doi.org/10.1191/026921699678148345

3. Bail, S., Buchbauer, G., Jirovetz, L., Denkova, Z., Slavchev, A., Stoyanova, A., Schmidt, E., & Geissler, M. (2009). Antimicrobial activities of Roman chamomile oil from France and its main compounds. Journal of essential oil research, 21(3), 283-286. doi: 10.1080/10412905.2009.9700171

4. Sándor, Z., Mottaghipisheh, J., Veres, K., Hohmann, J., Bencsik, T., Horváth, A., Csupor, D. (2018). Evidence supports tradition: The in vitro effects of Roman chamomile on smooth muscles. Frontiers in pharmacology. https://doi.org/10.3389/fphar.2018.00323

Share on print
Stampa
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on facebook
Facebook

Hai una domanda? Falla qui sotto!